Spesso lo scartiamo per il suo sapore inconfondibile o per il suo aroma decisamente intenso e per alcuni anche un po’ sgradevole, ma l’aglio è un rimedio naturale antichissimo , efficace, e facilmente reperibile in qualsiasi supermercato. Questo alimento infatti combatte i problemi di micosi, attacca i batteri, e contiene una sostanza – l’allicina, la responsabile di quell’odore così caratteristico – che è riconosciuta come uno dei più potenti antiossidanti del mondo.

Più nel dettaglio, ecco i benefici effetti dell’aglio sulla nostra salute:

1- Le sostanze contenute nell’aglio hanno un effetto positivo sulla pressione del sangue – che spesso il nostro stile di vita porta a livelli troppo alti. Gli studi rilevano un calo della pressione dovuto all’aglio che arriva al 5% – e sebbene possa sembrare una cifra poco significativa, è importante tenere ben presente che un calo di pressione del 5% spesso fa la differenza nell’evitare una malattia cardiaca, o perfino un infarto.

2- L’aglio è un antibiotico naturale – e a quanto pare, è in uso con questa funzione già dal 1800. Rispetto ai moltissimi antibiotici disponibili nelle farmacie, oltre all’evidente vantaggio del prezzo e dell’assenza di effetti collaterali, l’aglio sembra inoltre presentare un beneficio aggiuntivo: i batteri fanno più fatica a sviluppare difese contro la sua azione antibiotica rispetto a quella dei medicinali.

3- l’aglio, come dicevamo, ha una potentissima azione antiossidante. Dagli studi effettuati, sembra che questa sia dovuta al suo contenuto di solfuro di idrogeno – una sostanza che in eccessive quantità è tossica, ma che in realtà viene sviluppata anche dal nostro organismo, e ha due effetti primari: quello antiossidante, che combatte i radicali liberi e rallenta l’invecchiamento, e quello di rilassare le arterie, permettendo un flusso più libero del sangue (e quindi, abbassando la pressione).

Purtroppo, proprio per il suo sapore, l’aglio è scartato in molte cucine, nonostante i suoi effetti benefici – tranne in alcuni Paesi, come la Corea, la Cina e l’Italia, dove invece vede un utilizzo molto maggiore. A suo vantaggio va detto che può essere utilizzato in moltissimi modi, sia crudo che cotto, mantenendo i propri effetti; e che essendo un insaporitore può trovare spazio nelle ricette più svariate, anche soltanto per dare aroma ad un piatto di verdure.
Naturalmente, come qualsiasi alimento, l’aglio può generare indigestione se mangiato in quantità eccessiva; inoltre, è innegabile l’effetto che ha sull’alito, e che in quantità eccessiva si può estendere perfino al sudore e all’odore della pelle. Senza esagerare, tuttavia (e utilizzando estratto d’aglio in pillole quando proprio non possiamo permetterci un alito pesante), possiamo tenere nelle nostre case e assumere con facilità uno dei più grandi ausili alla nostra salute – offerto dalla natura stessa.