Era il 1970 quando il senatore democratico statunitense Gaylord Nelson propose di istituire una giornata dedicata alla celebrazione della salvaguardia nostro pianeta e alla sensibilizzazione sul tema ambientale.
Il 22 aprile di quell’anno venti milioni di cittadini americani si mobilitarono per una manifestazione a difesa della Terra: tutti coloro che avevano protestato contro le lobby petrolifere, contro l’inquinamento delle fabbriche e delle centrali elettriche e i rifiuti tossici si unirono in un’unica grande protesta, mentre migliaia di studenti di college e università organizzavano proteste contro il degrado ambientale.
Sull’ondata di questi eventi, colpito dalle conseguenze del disastro petrolifero di Santa Barbara e desideroso di promuovere un metodo non violento per le manifestazioni ispirato ai movimenti contro la guerra del Vietnam, Nelson riuscì ad ottenere che il 22 aprile diventasse una giornata da dedicare alla Terra, concretizzando una volontà manifestata ancor prima dal presidente John Fitzgerald Kennedy, che passò alla storia proprio con il nome di Earth Day.

Da allora sono passati più di quarantanni.
Giunta oggi alla 42esima edizione, la Giornata della Terra continua ad essere una giornata di festa mondiale, che coinvolge più di un miliardo di persone di oltre 192 paesi.
Quest’anno però l’evento acquista una doppia valenza e si appresta a diventare davvero storico, perchè è stata scelta proprio questa data per ratificare l’importantissimo accordo sul clima approvato a Parigi lo scorso dicembre.
L’accordo prevede un obiettivo davvero molto ambizioso: contenere l’aumento della temperatura globale del pianeta al di sotto dei 2°C.
Ambizioso si, ma anche necessario per frenare il riscaldamento globale.
Un giorno questo in cui si scriverà quindi un pezzo di storia, con una firma che sancirà un impegno concreto e non più rimandabile per prenderci cura del nostro pianeta e salvare il nostro futuro.

La Giornata della Terra, un appuntamento tra storia e futuro
Nell’attesa della firma nel palazzo dell’ONU a New York, i festeggiamenti per la Giornata della Terra si terranno in moltissimi Paesi, tutti uniti da un solo slogan globale: “Iniziamo adesso e non fermiamoci più , cinque parole per incitare la diffusione di un vero e proprio attivismo ambientalista che può ancora salvare il nostro pianeta.

L’Earth Day è quindi un momento di scambio di idee, progetti e suggerimenti ma anche una grande opportunità per informare le persone su quella che è la situazione ambientale attuale e sul reale stato di salute del nostro Pianeta e valutarne le problematiche, dall’inquinamento di aria, acqua e suolo alla distruzione di interi ecosistemi fino all’esaurimento delle risorse non rinnovabili.

Le iniziative e gli eventi sono moltissimi.

Per celebrare la Giornata della Terra, la Nasa ha unito la vocazione per la salvaguardia del Pianeta con il successo dei social media, un binomio da cui è nato #24Seven.
L’invito è quello di postare sui social una foto o un video per mostrare qual è il nostro contributo in favore della sostenibilità, un piccolo gesto con cui ci prendiamo cura della terra. Le attività saranno monitorate per l’intera giornata e le foto migliori saranno raccolte in un maxi album che la Nasa stessa pubblicherà sui suoi canali social, a dimostrazione dell’impegno globale di tutti i cittadini del mondo per raggiungere gli obiettivi fissati dall’accordo di Parigi.

 

Anche il colosso del web omaggia a suo modo la Terra.
Andando sul motore di ricerca più famoso al mondo infatti, si potranno vedere i coloratissimi Doodle di oggi dedicati alla tutela della biodiversità ed alla lotta contro i cambiamenti climatici.
Eccoli!

La Giornata della Terra, un appuntamento tra storia e futuro

La Giornata della Terra, un appuntamento tra storia e futuro

 

La Giornata della Terra, un appuntamento tra storia e futuro

A Roma i festeggiamenti si protrarranno per quattro giorni, fino al 25 aprile.
Torna infatti l’ormai famoso appuntamento con il Villaggio per la Terra, la manifestazione di Earth Day Italia che offre la possibilità di partecipare a spettacoli, concerti, laboratori e seminari sui temi della tutela e della sostenibilità ambientale, il tutto nella splendida cornice del galoppatoio di Villa Borghese.
Moltissime le iniziative in programma: mostre e laboratori si alterneranno a concerti ed eventi come #BikeTheNobel, la giornata-evento per la mobilità sostenibile dedicata alla candidatura della Bicicletta al Premio Nobel per la Pace 2016 ed #OpenDayErasmus+, un incontro dedicato all’educazione ambientale e alla mobilità internazionale di studenti e docenti.

Tantissimi altri eventi in tutto lo stivale, consultabili qui.

 

Buona Giornata della Terra a tutti.

 

L’articolo La Giornata della Terra, un appuntamento tra storia e futuro sembra essere il primo su SunMagazine.

Source: www.sunmagazine.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *