Aiuto! Non che mi lamenti, ma non riesco piu’ a tenere il polso della ricerca anti-invecchiamento!

Dopo le notizie di ieri e di sabato, ora leggo che David Sinclair sta per lanciare un test clinico con NAD+ (Nicotinammide adenina dinucleotide) e nicotinamide mononucleotide (NMN) entro la fine dell’anno.

Sinclair e’ famoso per i suoi studi sul resveratrolo e ha dichiarato che “mentre il resveratrolo attiva solament SIRT1, i precursori del NAD+ [come il NMN] attivano tutte e sette le sirtuine […] e dovrebbero avere un impatto maggiore su salute e longevita’.”

Come penso di avere gia’ scritto: datemi del cinico, ma sono un po’ sospettoso di Sinclair. Il resveratrolo e’ stato una delusione per noi longevisti. Non che non sia un integratore dalle interessantissime caratteristiche, ma il suo impatto sulle sirtuine si e’ dimostrato minore di quanto sperato, come ammesso dallo stesso Sinclair nella dichiarazione qui sopra. Sinclair, pero’, non penso sia rimasto deluso, dato che ha venduto l’azienda da lui co-fondata per portare in clinica il resveratrolo per 720 milioni di dollari (!!!) alla GlaxoSmithKline, prima che il resveratrolo si dimostrasse di essere quel fiasco (relativamente parlando) che e’…

Ora Sinclair ha due aziende fondate per la ricerca (e per l’eventuale commercializzazione, immagino) del MNM, la MetroBiotech NSW e la MetroBiotech International.

Science Daily: Scientists unveil a giant leap for anti-aging. Researchers have made a discovery that could lead to a revolutionary drug that actually reverses ageing, improves DNA repair and could even help NASA get its astronauts to Mars.

Lo studio, su Science: A conserved NAD+ binding pocket that regulates protein-protein interactions during aging
Source: EstropicoBlog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *