Sono comode da trasportare, dolci senza bisogno di zuccherarle, e hanno un elevato contenuto di sostanze nutritive: già soltanto per queste tre ragioni, le banane dovrebbero far parte della dieta di tutti, come spuntino ideale. Non dimentichiamo inoltre che le sostanze contenute nelle banane aiutano a mantenere bassa la pressione arteriosa, giovano alla salute delle ossa, e giovano all’intero apparato digerente, oltre ad avere una spiccata funzione antiinfiammatoria. Ma a questi benefici se ne aggiunge uno preziosissimo per chi sta effettuando un programma di potenziamento muscolare: le banane, infatti, sono ricchissime di potassio.

Il Potassio ha una funzione importantissima nelle cellule: quella di regolare l’equilibrio dei fluidi, mantenendolo stabile fra l’interno e l’esterno delle cellule. Durante l’allenamento intenso, si suda molto, e quindi si perdono liquidi – e questo genera uno squilibrio, e fa contrarre e rimpicciolire le cellule dei muscoli. Il risultato? I crampi che chi fa ginnastica ben conosce e teme. Per questa ragione, assumere buone quantità di potassio, specie dopo l’allenamento quando i muscoli sono stanchi, permette loro di ripartire e rigenerarsi rapidamente. Insieme all’acqua, quindi, questa sostanza diventa assoutamente essenziale per chi fa intenso allenamento con i pesi e non può permettersi crampi continui. Una banana contiene quasi 500 mg di potassio, ossia il 15% del nostro fabbisogno quotidiano di questa sostanza, ed è quindi una fonte ideale per assumerne molto e rapidamente.

Naturalmente, non esistono cibi miracolosi – nè cibi nei quali faccia bene eccedere. Per fortuna, troviamo potassio in abbondanza in una grande varietà di cibi:

• Asparagi
• Avocado
• Fagioli
• Piselli
• Patate
• Carote
• Prugne (fresche o secche)
• Sardine
• Cedro
• Spinaci
• Trota
• Pesche
• Zucca
• Yogurt…

Con tutta questa scelta, che ci permette di assumerne da tante fonti,le banane mantengono un ruolo importante per integrare la richiesta di potassio del nostro organismo; tuttavia, è importante non eccedere nel consumo di questo frutto, soprattutto perchè è molto ricco di carboidrati – sostanze che, se siamo a dieta, faremmo bene a non ingerire in quantità eccessiva, per non ostacolare il processo di dimagrimento.