L’entusiasmo è una gran cosa: anche di fronte alla fatica di intraprendere un piano regolare di attività fisica, la prospettiva di stare meglio, l’emozione della novità, e la curiosità di vedere come andrà ci spingono con forza a provare, provare, provare.

Ma il problema arriva il secondo giorno. Cose da fare, piccole delusioni, mancanza di abitudine, effettiva stanchezza, sono mille piccoli attacchi alla nostra voglia di fare. Serve aiutarsi a mantenere l’entusiasmo alto – ed ecco cinque piccoli trucchi che funzionano!

– Mettetelo in agenda: Forse potrà parere strano, ma è stato confermato in un esperimento condotto nel 2008 che era molto più facile raggiungere i propri obiettivi di esercizio fisico per le persone che erano iscritte ad un corso, si allenavano insieme ad altre, o anche solo semplicemente fissavano a casa loro un orario preciso per la propria attività fisica. Quindi, sceglietevi un’oretta fissa da dedicare alla ginnastica: funziona!

– Non a stomaco vuoto: Soprattutto per chi fa ginnastica di mattina, d’istinto si potrebbe pensare che sia meglio non fare attività fisica dopo mangiato. Ora, certo non è consigliabile rimpinzarsi di cibo e poi fare una corsa o della ginnastica, ma anche lavorare a stomaco completamente vuoto non è una buona idea: il corpo non ha carburante da bruciare. Meglio mangiare un frutto fresco, o bere un buon frullato, prima di impegnarsi nell’esercizio.

– Ci vuole l’atteggiamento giusto: Non potete avere buoni risultati allenandovi senza riscaldamento, ma non sono solo i muscoli quelli che dovete sciogliere. Anche la vostra mente deve essere sgombra da rabbia, rancore, nervosismo – deve essere limpida e serena per aiutarvi ad ottenere il massimo dal vostro esercizio. Conviene sempre includere nei primi minuti del vostro piano d’allenamento qualche minuto di stretching o esercizi di respirazione, o anche qualche semplice posizione yoga, per liberare la vostra mente e concentrarvi su quanto state per fare.

– No alle bollicine: potrebbe venirvi l’idea di sfruttare il picco di energia dato da un energy drink per spingervi a soglie di esercizio più alte. E’ una pessima idea, soprattutto perchè le pesanti addizioni di anidride carbonica in questo genere di prodotto possono facilmente dare crampi allo stomaco, e perfino indurre al vomito, sotto sforzo – e a quel punto, mantenere motivazione ed entusiasmo sarebbe davvero difficile! Meglio, sempre, bere qualche sorso d’acqua, o una bevanda per sportivi a basso contentuo di zuccheri.

– Non smettete di colpo: Come abbiamo parlato di riscaldamento, dobbiamo parlare di raffreddamento. Una delle cose che fanno più paura (e a ragione!) dell’esercizio fisico sono i crampi e i dolori muscolari del giorno dopo. Combatterli, tuttavia, è meno difficile di quanto si possa pensare: basta dedicare, in uscita dall’allenamento così come avete fatto in entrata, qualche minuto ad un leggero stretching di tutti i gruppi muscolari che avete allenato.