Per molti di noi, le notizie allarmanti su riscaldamento globale, inquinamento, e i mille problemi del nostro pianeta sono spesso una spinta a pensare di fare qualcosa, fare la nostra parte, per migliorare le cose.

Purtroppo spesso l’entusiasmo iniziale si arena di fronte al pensiero che, per quanto facciamo, sarà troppo poco e non farà nessuna differenza. Al contrario, fare ciascuno la propria parte ha un peso molto significativo, sia come ricadute dirette, sia come diffusione di un modo di pensare e di agire che è la sola strada verso un pianeta più sano.

Per questa ragione, anche solo risparmiare energia non sprecandola, riciclare con attenzione e intelligenza, o semplicemente curare un giardino che diffonda un po’ di ossigeno sono tutte azioni significative e intelligenti. Per aiutarvi a muovere il primo passo, eccovi dieci azioni semplici ed efficaci per vivere “più verde”:

1. Risparmiare energia sull’illuminazione non passa soltanto dallo spegnere le luci che non si stanno usando, anche se è un ottimo primo passo: possiamo fare di più acquistando lampadine fluorescenti a risparmio energetico. Con la stessa qualità d’illuminazione, queste consumano meno (aiutando l’ambiente) e durano quasi il doppio (il che aiuta il portafoglio!)

2. Scaldare l’acqua consuma molta energia, e non è difficile ridurre il consumo di acqua calda. Provate a chiudere i rubinetti che non state usando, o meglio ancora, installate una doccia a basso consumo: l’igiene non ne soffre e l’ambiente ne guadagna!

3. Di notte serve tutto quel calore? No: una coperta in più è sufficiente – e ci fa godere la sensazione piacevolissima di avvolgersi per bene in un letto caldo. Se potete, spegnete il riscaldamento durante la notte: e pensate che, per ogni grado di temperatura in meno sul termostato, state risparmiando in media il tre per cento sulla bolletta!

4. Buona parte del consumo elettrico nelle nostre case è spreco! Spegniamo televisione, computer, e stereo quando non li usiamo, e scolleghiamo i piccoli elettrodomestici e i caricabatterie dei nostri cellulari quando sono inattivi: eviteremo di generare quintali, se non tonnellate, di biossido di carbonio ogni anno.

5. Le bottiglie di plastica dell’acqua minerale impiegano tempi lunghissimi a decomporsi, e nel frattempo inquinano: con le bottiglie utilizzate in un anno a livello mondiale, si potrebbe fare due volte il giro della Terra! Installiamo un semplice purificatore dell’acuq sotto il nostro rubinetto, e risparmieremo aiutando l’ambiente!

6. Un’altra fonte di plastica altamente inquinante, alla quale si pensa poco, sono le tende da doccia! Perchè non provarne di tessuto, ad esempio di canapa? Sono molto più resistenti a batteri e muffe, e quando diventa davvero necessario liberarsene, si distruggono facilmente!

7. Sapete di cosa sono fatte le candele? Spesso di paraffina, un inquinante derivato del petrolio. Ma ne esistono anche di soia, che non inquinano – e durano più a lungo. Provatele!

8. Sapete per quanti chilometri deve viaggiare il cibo che comprate? Ognuno di quei chilometri genera inquinamento da gas di scarico. Compriamo localmente la frutta e la verdura, rispettando il ciclo delle stagioni – e avremo semplicemente fatto un altro po’ per l’ambiente!

9. Se l’aria in casa è un po’ pesante, si dice che c’è “aria di chiuso”. E allora la soluzione non sta in un deodorante per ambienti, che inquina e va smaltito – ma semplicemente nell’aprire le finestre e lasciar entrare l’aria fresca dall’esterno! Se proprio occorre un intervento più rapido, per via di odori di cucina o di fumo, basta bollire delle erbe aromatiche, e lasciare che il loro profumo si diffonda per la casa.

10. Ultimo, ma non ultimo, riciclare – e differenziare la raccolta dei rifiuti. Costa solamente un po’ di tempo e d’attenzione, e non solo riduce drasticamente l’inquinamento, ma ci aiuta anche a conservare più a lungo, iutilizzando quanto già abbiamo, le risorse di cui disponiamo.